aMSN 0.97 SVN: antialiasing per Debian e Ubuntu

aMSN

Il Messenger più pesante del mondo è comunque un’alternativa a cui non potete rifiutare? È vero, avrà degli ovvi difetti, ma per il momento lo reputo il migliore chi cerca la più fedele riproduzione del Messenger di Windows.
Girando su Internet ho trovato come migliorarlo un po, dal punto di vista grafico. Possiamo con una semplice procedura sistemare la grafica spigolosa che abbiamo con un aMSN installato da repo o da pacchetti autoinstallanti, e personalmente parlando questa cosa mi ha anche alleggerito leggermente il programma. Non aspettatevi miracoli.
Sarei un ingrato se non citassi innanzitutto la guida che davvero mi ha aiutato: aMsn, antialiasing (SVN) e TLS su Debian GNU/Linux.
Ringraziando di cuore l’autore per avermi consentito di studiarmi il funzionamento delle configurazioni di questi pacchetti, parto dalla sua guida permettendomi di rimodellarla un po, prima di tutto per aggiornarla alla versione più recente (descriverò aMSN 0.97 rilasciato il 25/12/2007), e poi per aggirare piccoli problemi che mi è capitato di incontrare, prevalentemente con sistemi appena installati e poveri di pacchetti configuranti.

Voglio, come sempre, invitarvi prima a fare attenzione ai simboli prima dei comandi. $ deve essere lanciato da user, # da root.

Incominciamo con delle condizioni. Se avete già installato un aMSN dai repo, dovete rimuoverlo affinchè la guida vada a buon fine:

# apt-get remove amsn

Controllate poi di avere il pacchetto tk8.4, dato che una sua mancanza potrebbe creare problemi in futuro:

# apt-get install tk8.4

Di seguito, installamo questi pacchetti:

# apt-get install build-essential libx11-dev libc6-dev imagemagick libjpeg-dev libpng12-dev ltcltls fakeroot debhelper libxft-dev msttcorefonts

Creiamo poi una cartella ed entriamoci dal terminale. Iniziamo a scaricare (da user) i sorgenti che ci serviranno nel nostro cammino:

$ wget http://prdownloads.sourceforge.net/tcl/tcl8.5a6-src.tar.gz
$ wget http://prdownloads.sourceforge.net/tcl/tk8.5a6-src.tar.gz
$ wget http://switch.dl.sourceforge.net/sourceforge/tls/tls1.5.0-src.tar.gz
$ wget http://prdownloads.sourceforge.net/amsn/amsn-0.97.tar.bz2

Decomprimiamoli:

$ tar zxvf tcl8.5a6-src.tar.gz
$ tar zxvf tk8.5a6-src.tar.gz
$ tar zxvf tls1.5.0-src.tar.gz
$ tar jxvf amsn-0.97.tar.bz2

Ed iniziamo a configurare TCL 8.5:

$ cd tcl8.5a6/unix
$ ./configure --prefix=/opt --exec-prefix=/opt

In caso di architetture a 64 bit aggiungete --enable-64bit
AVVERTENZA: WordPress sostituisce il doppio trattino con uno singolo, pertanto se copiate ed incollate il comando e non dovesse funzionare, sostituite il trattino più grande con due trattini normali (esempio: ./configure TRATTINOTRATTINOprefix=/opt TRATTINOTRATTINOexec-prefix=/opt)

$ make
$ su
# make install

Il mio mentore (la guida linkata all’inizio) segnala che ci potrebbero essere problemi con il msgcat. Io non li ho mai avuti, ma per completezza copioincollo quello che consiglia lui per rimuoverli:

# cd ..
# cp -R library/msgcat/ /opt/lib/tcl8.5/

Usciamo da root (non dimenticatelo!), e torniamo alla directory principale:

# exit
$ cd ../..

La prossima è la libreria TK 8.5. Installiamola nel medesimo modo:

$ cd tk8.5a6/unix
$ ./configure --prefix=/opt --exec-prefix=/opt --enable-xft

(e, sempre come prima, aggiungete –enable-64bit in caso di A64)
AVVERTENZA: WordPress sostituisce il doppio trattino con uno singolo, pertanto se copiate ed incollate il comando e non dovesse funzionare, sostituite il trattino più grande con due trattini normali (esempio: ./configure TRATTINOTRATTINOprefix=/opt TRATTINOTRATTINOexec-prefix=/opt TRATTINOTRATTINOenable-xft)
$ make
$ su
# make install
# exit
$ cd ../..

Adesso tocca alla libreria TLS, che in questo modo sarà configurata ottimamente per la versione 8.5 di TCL/TK, dato che l’installer di aMSN incorpora quelli per i vecchi 8.4.

$ cd tls1.5
$ ./configure --prefix=/opt --exec-prefix=/opt --with-tcl=/opt/lib --with-ssl-dir=/usr
$ make
$ su
# make install

AVVERTENZA: WordPress sostituisce il doppio trattino con uno singolo, pertanto se copiate ed incollate il comando e non dovesse funzionare, sostituite il trattino più grande con due trattini normali (esempio: ./configure TRATTINOTRATTINOprefix=/opt TRATTINOTRATTINOexec-prefix=/opt TRATTINOTRATTINOwith-tcl=/opt/lib TRATTINOTRATTINOwith-ssl-dir=/usr)
Ci toccherà poi correggere un bug di questa libreria, quindi lanciamo subito dopo:

# gedit /opt/lib/tls1.50/pkgIndex.tcl

E, alla riga “package ifneeded tls 1.5”, aggiungiamo uno zero finale, in modo che diventi “package ifneeded tls 1.50”. Salviamo e chiudiamo.

# exit
$ cd ..

Arriviamo finalmente ad installare il nostro messenger.

$ cd amsn-0.97
$ ./configure --prefix=/opt --exec-prefix=/opt --with-tcl=/opt/lib --with-tk=/opt/lib

AVVERTENZA: WordPress sostituisce il doppio trattino con uno singolo, pertanto se copiate ed incollate il comando e non dovesse funzionare, sostituite il trattino più grande con due trattini normali (esempio: ./configure TRATTINOTRATTINOprefix=/opt TRATTINOTRATTINOexec-prefix=/opt TRATTINOTRATTINOwith-tcl=/opt/lib TRATTINOTRATTINOwith-tk=/opt/lib)
Assicuriamoci che ci esca come output finale:

compile time options summary
============================
X11 : yes
Tcl : 8.5
TK : 8.5
DEBUG : no
STATIC : no

$ make
$ su
# make install

aMSN è installato, ma non sarà nel vostro menu. Se avete una distro aggiornata, andate su Sistema – Preferenze – Menu principale (o Main Menu). Sotto la categoria Internet, create la voce “aMSN” e mettete come comando il seguente:

/opt/bin/wish8.5 /opt/bin/amsn

Successivamente avviatelo. Perfezioniamo un’ultima cosa prima di godere del nostro lavoro: nel programma andate su Account – Preferenze, e sotto la scheda Avanzate riempite la vuota casella di testo TLS con:

/opt/lib/tls1.50

Finito! Godetevi il vostro nuovo aMSN. Per il momento è tutto all’ultima versione, quando la guida diventerà obsoleta prometto che la aggiornerò.

Questo articolo è sviluppato sotto licenza Creative Commons
Autori dell’opera: notoriousxl, Vic Steele.

Annunci

6 Responses to aMSN 0.97 SVN: antialiasing per Debian e Ubuntu

  1. notoriousxl ha detto:

    Ciao, grazie per il link! 🙂

    parto dalla sua guida permettendomi di rimodellarla un po, prima di tutto per aggiornarla alla versione più recente (descriverò aMSN 0.97 rilasciato il 25/12/2007), e poi per aggirare piccoli problemi che mi è capitato di incontrare, prevalentemente con sistemi appena installati e poveri di pacchetti configuranti.

    Quali problemi hai dovuto aggirare, di preciso? E in quali passaggi ti dava errore? Dimmelo che in caso modifico la mia guida. 🙂

    Una (piccola) nota: il post originale è sotto licenza CC by-sa, e, per la clausola “share alike”, devi ricondividere allo stesso modo il tuo post (poiché il tuo blog usa una licenza “leggermente” diversa). 😉 OVVIAMENTE non c’è bisogno che cambi licenza a tutto il blog! :mrgreen:

    Basta che inserisci, alla fine dell’articolo, “questo articolo è pubblicato sotto una licenza CC blablabla” con link a http://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.5/it/ 😉 Poi non so’ bene come funzioni (è la prima volta che mi capita che qualcuno modifichi un post 😛 ), ma penso basti riportare, sempre alla fine (magari del link alla licenza), il nome degli autori che hanno lavorato, fino adesso, alla guida (il mio e il tuo) – giusto per esplicitarli! 🙂

    (posso chiederti un altro piccolo favore? nel link, potresti sostituire il testo “QUESTA!” con “aMsn, antialiasing (SVN) e TLS su Debian GNU/Linux”? – ovviamente non sei obbligato XD (se vuoi ti spiego perché te lo chiedo :P)

  2. Vic Steele ha detto:

    Ciao, ho sistemato il link e sistemerò la licenza appena invierò questo commento.
    Il primo problema è stato quello del checkinstall. Mi è capitato su Debian Sid (Unstable) che il sistema non riesca a soddisfare tutte le sue dipendenze, quindi non lo installa. Di conseguenza non riusciva quindi nella costruzione dei pacchetti .deb, ma non ho avuto problemi saltando la procedura e sostituendola con il più diretto make install (che poi, a parte il pacchetto, quali sono le differenze?).
    Poi credo che sia necessario segnalare il pacchetto tk8.4, visto che in sua assenza su sistemi appena installati (e quindi senza quel pacchetto) non riusciva a superare il configure del messenger. Ho risolto, per l’appunto, installandolo.
    Per il resto, direi nulla da segnalare. Quasi quasi aggiungerei anche come cancellare le cartelle create da root (nonostante diciamo che devono essere create da user, ma noto che è una svista comune di chi fa il copia incolla), quando ne avrò voglia aggiungerò questa parte.
    5 minuti che arriviamo all’intervallo di Inter – Juve e aggiungo la licenza.

  3. notoriousxl ha detto:

    make install copia i binari, precedentemente compilati dal make, nelle directory di sistema (ecco perché deve essere lanciato da root); se vuoi in futuro disinstallare un programma compilato, dovrai affidarti (e fidarti) al make uninstall (quindi devi avere anche l’accortezza di non cancellare i sorgenti).

    checkinstall copia invece i file binari in un pacchetto .deb (e lo installerà, se lanciato da root); l’installazione dei file è affidata ad apt, che ne tiene traccia, e sono disinstallabili completamente sempre tramite apt. I sorgenti puoi cancellarli tranquillamente, e la disinstallazione è più pulita.

    A parte le questioni di pulizia: il problema è che i sorgenti di tcl/tk non supportano il comando make uninstall: quindi non risulterebbero disinstallabili, senza checkinstall (a meno di non andare nelle directory di sistema e cancellarli uno ad uno – c’è qualche file che cmq non troveresti, perché non viene installato, purtroppo, sotto /opt.

    Per la non installabilità di checkinstall stesso: probabilmente è un problema temporaneo di Sid (non a caso si chiama unstable 😉 ), che si risolverà con qualche aggiornamento. Qualche mese fa, per due settimane, neanche aMsn era installabile (a causa di un bug del compilatore in sid).

    Spero di essere stato chiaro :mrgreen:

    Il pacchetto tk8.4 è inutile (il tutto viene compilato con la 8.5), ma è richiesto perché probabilmente riportato come dipendenza nel file debian/control. Quando avrò un po’ di tempo indagherò meglio. 🙂

    Ah, aMsn puoi installarlo comodamente col make deb (che non richiede checkinstall… è un altro modo per creare pacchetti debian, ancora più pulito, ma è una storia lunga :mrgreen: ).

    Le cartelle dei sorgenti le farei tenere, perché fai installare aMsn con make install – e, almeno aMsn, supporta il make uninstall. Inoltre, analizzando il make file, un utente esperto (quindi, non io :mrgreen: ) potrebbe risalire anche a tutti i file installati da tcl/tk

    Spero di aver risposto alle tue domande 🙂

    Notorious

    PS: ah… si scrive Notorious :mrgreen:

  4. Vic Steele ha detto:

    Scusami, corretto.
    Comunque, per quanto riguarda tk8.4, certo che è inutile, ma in sistemi in cui non era preinstallato non mi ha eseguito correttamente il configure. Provato sia su un Ubuntu appena installato (roba davvero di prima azione a sistema pulito che ho fatto), sia su un Debian, appena installato anch’esso.
    Per il fatto del Checkinstall, anche io avevo visto che era un problema dovuto all’instabilità, ma avevo anche letto che era da Settembre (o da Ottobre, se non erro) che avevano promesso di sistemarla, e a distanza di più di 3 mesi non si è saputo più nulla.
    Sulle distro instabili è normale aspettarsi problemi del genere, ma avendolo dovuto risolvere con questo metodo alternativo, a questo punto ho preferito andare incontro a tutti 😀 .
    Effettivamente ho controllato stesso sul mio Ubuntu dove avevo creato i .deb… ed alla fine compare tutto tra gli apt. Cosa che non compare sul make install.
    Chissà però se provando ad analizzare il sorgente compilato, o anche il deb, riesca a trovare se effettivamente esistono file che vengono piazzati fuori da /opt.

  5. notoriousxl ha detto:

    Purtroppo non posso installare una Virtual Machine (avendo un powerpc), altrimenti avrei fatto delle prove io stesso per risolvere quel dannato problema delle tk8.4!

    Chissà però se provando ad analizzare il sorgente compilato, o anche il deb, riesca a trovare se effettivamente esistono file che vengono piazzati fuori da /opt.

    Sì, esistono, ma non c’è bisogno di analizzare il deb (che magari non hai più). Vai su Synaptic, poi sulle proprietà del pacchetto, e infine nella scheda File installati 😉

    Se l’hai fatto senza checkinstall, la strada più semplice credo sia quella di prendere i sorgenti della versione di checkinstall stabile e compilarselo da se’… 😉

  6. dario ha detto:

    Io ho seguito la guida passo passo, ma quando avvio amsn, e clicco per connettermi mi dice che devo scaricare il TLS altrimenti non posso connettermi, e io non capisco perché..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: